Ravioli di borragine al sugo delicato d’acciuga e agretti.

Sapete cosa succede quando si ha un amico che fa su e giù un paio di volte al mese da Genova? Succede che si spadella di fino, ecco cosa succede. Era una vita che non mangiavo i ravioli con ripieno di borragine; e quelli che m’ ha portato il buon vecchio Emy, meritano un post. Chi li conosce, sa che la loro morte è con il sugo di noci, o semplicemente rosolati con burro e salvia. Passati in rassegna la scorsa sera con del burro d’alpeggio bergamasco, ho pensato di cucinare la porzione avanzata, con un sugo che contrastasse il ripieno. L’acciuga ( Dio la benedica…) sa il fatto suo in cucina. La vera scoperta è stata quell’ erbetta che tanto m’ha incuriosito ieri pomeriggio dal fruttivendolo, chiamata agretti o più comunemente barba dei frati. Gusto che ricorda lo spinacio, una volta lessato (basta qualche minuto) lega senza problemi. Inoltre, trovo sia molto elegante e scenica da impiattare. Dopo questa piccola parentesi “glam” ;-) vi consiglio di visitare il sito:  www.emilianoponzi.com –  La stupenda mano che realizza le altrettanto sensazionali illustrazioni, è la stessa che m’ha fatto felice portandomi i ravioli. Bella Emy ;-)

Ingredienti e preparazione ( per 2 persone )

150/200 gr. di ravioli freschi ( ingredienti nel ripieno: borragine, maggiorana, parmigiano, ricotta, uovo, sale, pepe ). Acciughe sott’olio Evo, agretti freschi, aglio, olio Evo, sale marino grosso. In una padella, mettere a scaldare uno spicchio d’aglio, 4/5 acciughe sott’olio ( compratele di qualità, mi raccomando…) precedentemente sciacquate e scolate, e un giro d’olio Evo. Non soffriggere, lasciare appassire a fuoco lento gli ingredienti facendo sciogliere l’acciuga. Conservare 2/3 acciughe intere, da tagliare a pezzetti e da aggiungere prima d’ impiattare. Nell’acqua di cottura dei ravioli, aggiungere sale marino grosso q.b e  mettere a lessare la barba di frate per qualche minuto. Sciacquarla subito dopo, sotto acqua fresca, per non fargli perdere il colore intenso. Cotti i ravioli (3/4 min. circa…) aggiungerli al sugo d’acciuga facendoli saltare. Eliminare l’aglio, aggiungere la barba… precedentemente scolata, i pezzettini d’acciuga tagliati e avanzati, e risaltare. Impiattare facendo attenzione che gli agretti siano ben staccati tra loro.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in I Primi... e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Ravioli di borragine al sugo delicato d’acciuga e agretti.

  1. ila ha detto:

    hmmm che buoni!!!

  2. Cook44 ha detto:

    Ma che buoni…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...